La Pallamano Romagna ha il vento in poppa tra giovanili e open day

La Pallamano Romagna continua a crescere e stupire. Non solo per i risultati della anagraficamente giovane prima squadra impegnata nel campionato di serie A2 nazionale ma anche per l’importante crescita sul piano umano e sportivo degli atleti delle giovanili che grazie al lavoro svolto dai preparati tecnici del sodalizio faentino-imolese, si stanno togliendo diverse soddisfazioni.

La selezione Under 19 allenata da Luca Montanari per esempio, lo scorso weekend è riuscita a superare 20-17 il Rapid Nonantola ed è pienamente in corsa per i primi 4 posti che consentiranno l’accesso ai playoff di categoria.

UNDER 17

Sorridono anche le squadre U17. Quella di Mordano ha recentemente vinto 34-19 contro il Ferrara United chiudendo il girone di andata al terzo posto in classifica con 2 punti di vantaggio sul Nonantola, in media per accedere alla seconda fase che assegnerà il titolo regionale. Meno brillante ma sempre competitiva è stata invece l’U17 di Faenza, che guidata da mister Pierangelo Chiarini si è piazzata al 5° posto dopo la vittoria interna 40-25 sulla Pallamano Savena.

UNDER 15

Crescono, giocano e si divertono anche le tre formazioni under 15 arancioblu. La squadra Imola-Mordano seguita da Simone Ferraresi è a punteggio pieno dopo la vittoria 26-16 sul Ferrara United. E’ scivolata invece in casa contro l’Estense Ferrara la formazione under 15 faentina che per tale motivo si è allontanata dal 3° posto. La novità della stagione invece, ovvero la neonata formazione di Lugo, all’esordio assoluto in un campionato, sta proseguendo il proprio cammino di crescita grazie all’esperienza di Marcello Montanari.

FEMMINILI

Claudia Nonni indica la strada e le ragazze rispondono presenti. Le squadre femminili di Pallamano Romagna, l’U15 e l’U17, hanno sinora vinto tutte le partite disputate comprese le ultime (31-10 l’U17 contro Valsamoggia e 40-12 contro Marconi Jumpers l’U15). Ora le ragazze sono attese dagli impegni contro Casalgrande e Ariosto Ferrara.

GIOVANILI

Prosegue a spron battuto anche l’attività delle numerose squadre non agonistiche. Il progetto iniziale della Pallamano Romagna prevedeva infatti lo sviluppo di un settore giovanile che formasse e crescesse i giovani atleti non solo sotto il profilo agonistico ma anche sotto quello ludico e culturale attraverso l’insegnamento dei valori dello sport. Un progetto ambizioso e difficile da realizzare in tutti i territori in cui la Pallamano Romagna opera, ma che si sta concretizzando anche attraverso iniziative come il torneo organizzato lo scorso weekend a Mordano nel quale si sono radunate le squadre U13 e U9 di Mordano, Imola, Faenza e Lugo.

«Siamo contentissimi – annuncia il presidente Vito Sami – uno degli obiettivi principali consisteva nel creare un circuito interno per poter fare divertire i bambini e farli giocare a pallamano qualche senza affrontare trasferte lunghe a Bologna e Ferrara, quindi senza gravare sulle famiglie, e ci siamo riusciti, inoltre diamo ai bimbi l’opportunità di divertirsi senza classifiche finali è questa la riteniamo una grande vittoria».

Il prezioso lavoro di Pallamano Romagna sta quindi dando i suoi frutti e la soddisfazione si evince tutta dalle parole di Sami, che rilancia «Stiamo lavorando per consolidare la zona di Lugo e riavviare definitivamente l’attività su Imola; Faenza e Mordano erano già consolidate e confermano la bontà dei progetti avviati in questi anni. Su Lugo e su Imola invece abbiamo tanti progetti portati avanti da ottimi interpreti come mister Marcello Montanari e come Simone Ferraresi, che stanno lavorando benissimo sui territori e nelle scuole».

Domenica a tal proposito si terrà alla palestra Cavina un concentramento di studenti di scuole elementari e medie le quali hanno aderito ai progetti promossi. «Una giornata con le porte aperte per tutti coloro che vorranno conoscere noi e questa bellissima disciplina che è la pallamano» conclude il presidente.